La Pedrera di Gaudí: un viaggio tra forme e colori

18:23:00

Una settimana fa ho avuto l’opportunità di visitare La Pedrera, ufficialmente “Casa Milà”, in veste di blogger. La Perderà è uno dei simboli indiscussi di Barcellona, luogo magico in cui Antoni Gaudì ha saputo creare forme inaspettate e all’avanguardia che ancora oggi stupiscono ed incantano. Non avevo mai visitato La Perderà (vergogna, lo so!) perciò sono stata ancora più contenta di aver avuto l’opportunità di approfondire il pensiero dietro la progettazione di Casa Milà e di tutto quel turbinio di meravigliose creazioni di Gaudì.

Il MIO VIAGGIO NEL MODERNISMO

Il tetto di Casa Milà

Durante questi mesi a Barcellona mi sono detta che era il momento di approfittare della mia lunga permanenza per scoprire qualcosa di più sul Modernismo Catalano. Ho deciso quindi di intraprendere un viaggio nel viaggio facendo tappa nei simboli architettonici - conosciuti e meno conosciuti-
rappresentanti questo affascinante stile artistico che si sviluppò in Catalogna tra la fine del XIX e l’inizio del XX secolo. 

Nelle prossime settimane pubblicherò le mie tappe alla scoperta del Modernismo Catalano a Barcellona. 

Prima tappa: La Pedrera!

La Pedrera, ovvero "La cava di pietra"

Casa Milà- detta anche La Pedrera- sorge nell’elegantissimo Passeig de Gracia ed è stata costruita tra il 1906 ed il 1912 e dichiarata Patrimonio Mondiale dell’Umanità nel 1984. Attualmente l’edificio è sede della “Fundacion Catalunya-La Pedrera", un importante centro culturale. L’edifico fu commissionato dall’industriale Milà  ed è composto da sei piani, una terrazza strabiliante e due cortili interni.

La facciata esterna di Casa Milà è totalmente rivestita di pietra grezza tale da donare all’edificio un aspetto quasi roccioso. Questa caratteristica la rese fin da subito motivo di discussione tra i cittadini dell’epoca, tanto da soprannominarla in modo dispregiativo La Pedrera, ovvero “La Cava di pietra”. 

Ma sono le forme così esuberanti ed asimmetriche a rendere magica La Pedrera . Pensate che in tutto l’edificio vi è la totale assenza di linee rette! Perfino le piante dei cortili interni e gli appartamenti seguono una linea curva.

“La linea retta è quella degli uomini, quella curva la linea di Dio” A. Gaudi.

Un’altra caratteristica della struttura è il fatto che la facciata esterna così comete pareti al suo interno non sono utilizzati come muri portanti, questa funzione la assumono unicamente i pilastri al suo interno. 

La mia visita:

La mia visita a La Pedrera inizia direttamente dalla terrazza, sicuramente l’elemento che più vi lascerà a bocca aperta. 
Le forme della terrazza, così come gli elementi che la compongono, sono a dir poco surreali. 
Camminare sul tetto di Casa Milà vi darà la sensazione di cavalcare delle onde di pietra schivando camini fantasiosi e forme irripetibili. 
Una particolarità curiosa è che tutti gli elementi sul tetto sono funzionali. Ognuno di questi infatti, anche se sembra uscito da un film di fantascienza, ha una funzione ben precisa.
Rumors dicono che proprio qui George Lucas prese spunto per il personaggio di  Darth Vader di Star Wars.

Forme incredibili sul tetto de La Pedrera
La vista dalla terrazza
Cavalcando le onde de La Pedrera
La Pedrera e Star Wars: notate una somiglianza?

Dopo aver ammirato la terrazza e la vista dall’alto di tutta la città, l’audio-guida (utilissima!) mi suggerisce di scendere nel sottotetto. 
Per gli appassionati di architettura e per scoprire il pensiero che si cela dietro La Pedrera e le altre affascinanti opere di Gaudì questo è il posto giusto. 
Qui, infatti, è stato allestito un interessante museo che spiega da dove risalgono le idee progettuali di Gaudì: un viaggio nella mente di un architetto d’avanguardia cui la natura era la prima ispiratrice.

Dopo il sottotetto, scendo ancora più in basso e scopro come era uno degli appartamenti dell’epoca. Avendo al suo interno Casa Milà due cortili, ogni stanza dell’appartamento è incredibilmente luminosa. Anche gli arredi sono fedeli riproduzioni del periodo. 

Io sono rimasta davvero a bocca aperta, soprattutto quando ho scoperto che all’interno de La Pedrera vi sono appartamenti privati tutt’ora abitati. 
La domanda sorge spontanea: “Come deve essere vivere in un edificio Patrimonio Mondiale dell’UNESCO?”

Gli appartamenti di Casa Milà
Uno dei cortili interni di Casa Milà
Qui sotto vi lascio le informazioni utili per visitare La Pedrera. Voi ci siete mai stati? Che cosa ne pensate?
Io sono affascinata dalla mente di Gaudì così anticonformista e irriverente.

Informazioni utili:

Dove:
Paseo de Gracia, 92. 08008, Barcelona.
Quando:
da lun a dom, dalle 9.00 alle 20.30 e dalle 21.00 alle 23.00
Consultate comunque il sito web prima della vostra visita:
Come:
Autobus:7,16,17, 22, 24 y V17.
Metro: linea 3 e 5 fermata Diagonal.

Prezzo del biglietto:
Adulto: 22 euro, studenti  e disabili 16.50 euro, bambini dai 7 ai 12 anni 11 euro.



Grazie alla “Fundaciò Catalunya- La Pedrera” per la splendida visita!

Spero l’articolo ti sia piaciuto, se ti va condividilo!

Ti aspetto su
FACEBOOKTWITTER-INSTAGRAM- SNAPCHAT.


You Might Also Like

0 commenti

Grazie della tua visita,

Se vuoi lascia un commento qui sotto:)