Trenino Rosso del Bernina: informazioni utili per una giornata da sogno

19:52:00

Non sono passate neppure ventiquattro ore dal mio viaggio a bordo del Trenino Rosso del Bernina che la voglia di mettere nero su bianco le mie sensazioni è già tanta e irrefrenabile. 
In questo primo post vorrei darvi tutte le informazioni utili per una giornata da sogno a bordo del Trenino Rosso del Bernina, così da poter organizzare tutti i dettagli nel migliore dei modi prima della vostra partenza.

Il Trenino Rosso del Bernina percorre la tratta Tirano- St. Moritz in meno di tre ore, un percorso affascinante che si snoda in paesaggi da sogno, laghi ghiacciati, montagne innevate e luoghi incontaminati. Proprio per questi e tanti altri motivi, la tratta percorsa dal Trenino Rosso del Bernina, dal 2008, è parte del Patrimonio dell’UNESCO. Si tratta dell’unica ferrovia svizzera che attraversa le Alpi!

La sensazione che si prova a bordo del Bernina è quella di autentica meraviglia, di scoperta e stupore continuo. 
Più che il Trenino sale in quota e più che i paesaggi si fanno spettacolari. Le immagini scorrono poco a poco, cambiando continuamente. Prima un ghiacciaio, poi una vista dall’alto, poi un manto innevato abbracciato dalle montagne.
Ogni fermata è ricca di suggestioni, ogni fermata merita una fotografia. 


Trenino Rosso del Bernina d'inverno


Informazioni utili per una giornata a bordo del Trenino Rosso del Bernina:



  • Da dove parte il Trenino Rosso del Bernina?


Il punto di partenza del Trenino Rosso del Bernina è Tirano, una cittadina della Valtellina racchiusa da ripide montagne. A fare da padrone a Tirano è ovviamente la natura: la città è un ottimo punto di partenza per escursioni a piedi o in bicicletta, perfette nella stagione primaverile o estiva.
Vi consiglio di trascorrere una giornata a Tirano, farvi coccolare dall’ottima cucina e riposarvi, prima della bellissima giornata sul Trenino Rosso del Bernina, presso l’affascinante Bed and Breakfast Palazzo D’oro Lambertenghi, (presto dedicherò un post a Tirano con tanti suggerimenti da local).

  • Come funziona il Trenino Rosso del Bernina? 

Il Bernina percorrere la tratta Tirano Saint Moritz in circa 2 ore e 15 minuti. Durante il percorso, potete scendere in ciascuna fermata e risalire a bordo di uno dei treni successivi. 
Gli orari dei treni cambiano in base alla stagione, ma la frequenza è di circa un treno ogni ora. Una volta arrivati a Saint Moritz, potrete fare lo stesso ma sulla via del ritorno.
  • Tipologie di carrozze:
Esistono due tipi di treni, ma entrambi percorrono la stessa stratta nel medesimo tempo.
  1. Il treno regionale (quello che ho preso io):
  • Non ha bisogno di prenotazione;
  • Ha i finestrini abbassabili, ottimo per chi desidera scattare foto e video senza l’odioso riflesso del vetro;
  • I suoi vagoni sono confortevoli e riscaldati;
  • Passa circa ogni ora;
  • Permette il trasporto di biciclette.

2) Il treno panoramico, detto anche Bernina Express:
  • Richiede la prenotazione obbligatoria con supplemento;
  • Non ha i finestrini abbassabili, ma “vetri- cupola” che arrivano fino al tetto del vagone;
  • Ferma unicamente nelle località segnalate sull’orario dei treni;
  • I suoi vagoni sono confortevoli e riscaldati;
  • Parte solo 3/4 volte al giorno;
  • Non consentono il trasporto di biciclette;

IMPORTANTE:
Se decidete di viaggiare a bordo del BEX, vi consiglio di fare interamente la tratta Tirano- Saint Moritz e scendere nelle fermate prescelte solo al ritorno. 
Questo perché una volta scesi dal treno perdete il vostro posto riservato. 
Una volta scesi, potrete comunque salire su un treno regionale ma non sul successivo BEX (a meno che non acquistiate un nuovo supplemento per il treno panoramico successivo).

Io ho preso il treno regionale e mi sono trovata benissimo. 
I finestrini abbassabili sono stati un plus indispensabile per scattare belle fotografie e video.
Se decidete di comprare il biglietto per il treno regionale, il mio consiglio è quello di comprarlo il giorno prima della partenza presso la biglietteria. In questo modo eviterete l’eventuale coda il giorno della partenza.
Vi consiglio di prendere il primo treno disponibile, alle 7.41, così da godervi un’intera giornata in paesaggi da sogno! 


informazioni Trenino Rosso del Bernina

  • Gli orari del Trenino Rosso del Bernina:
Gli orari cambiano a seconda della stagione.

  • Quanto costa il Trenino Rosso del Bernina?
I prezzi variano a seconda del tipo di treno che scegliete, della classe e della tratta che decidete di percorrere.
Il BEX, ovvero il treno panoramico, richiede, oltre l’acquisto del normale biglietto, la prenotazione obbligatoria con supplemento per ogni passeggero. 
Il supplemento è di CHF. 14 a persona.
Per consultare tutti i prezzi, vi consiglio di andare a questo link perché potrebbero variare nel corso degli anni: clicca qui per leggere i costi del Trenino Rosso del Bernina; in alternativa clicca anche qui per acquistare in anticipo i biglietti.


Ad oggi i prezzi del Bernina sono:
Biglietto andata e ritorno 1° classe: 112 franchi svizzeri
Biglietto solo andata 1° classe: 56 franchi svizzeri
Biglietto andata e ritorno 2° classe: 64 franchi svizzeri
Biglietto solo andata 2° classe: 32 franchi svizzeri


  • È necessario prenotare con largo anticipo?
Come già accennato, il trenino regionale non richiede prenotazione, mentre il trenino panoramico (detto Bernina Express) richiede la prenotazione obbligatoria del posto a sedere. 
Se prendere il trenino regionale vale la regola del “chi primo arriva, meglio alloggia”. 


informazioni utili Trenino Rosso del Bernina

  • Quali documenti portare a bordo del Trenino Rosso del Bernina?
Portate con voi il passaporto o la carta di identità valida per l’espatrio.

  • Euro o franchi svizzeri?
In Svizzera la maggior parte degli esercizi accettano euro, specialmente se si tratta di piccole somme; in ogni caso vi consiglio di portare con voi la carta di credito. 
Se decidete di pagare in franchi, sappiate che a Tirano non è possibile effettuare il cambio, al contrario delle stazioni di Poschiavo, Pontresina e St. Moritz.

  • Come vestirsi d’inverno?
Sicuramente a strati. 
Non è necessario vestirsi da sci, anche se alcune tappe del treno sono oltre di 2000 metri di altitudine, ma sicuramente ben equipaggiati. Un occhio di riguardo per le scarpe, specialmente se volete fare passeggiate nella neve.


Trenino Rosso del Bernina informazioni utili

  • Quali sono le fermate più belle d’inverno?
Se come me non conoscete bene questa zona, prima di partire soffrirete della classica FOMO, ovvero la paura di perdersi qualcosa. 
Troppe tappe, troppo poco tempo: dove mi fermo?
Il mio desiderio più grande era quello di godermi una passeggiata nella natura, sommersa di neve, magari nel bosco. 
Niccolò di Palazzo D’Oro Lambertenghi, dove ho soggiornato la notte prima di partire, mi ha dato tantissime dritte confezionandomi una giornata assolutamente perfetta!

Partendo da Tirano ho raggiunto la Stazione di Pontresina, dove sono scesa, e ho camminato nella neve battuta per circa sette chilometri in un paesaggio da sogno, dove regnavano solo Natura e Silenzio. 
Ho raggiunto a piedi Saint Moritz in circa due ore, prendendomela molto con calma, respirando a pieni polmoni l’aria di montagna e scattando tante fotografie! 
Il plus è stato non avere la connessione internet sul cellulare: un detox in piena regola!

Di seguito, tutte le tappe del Bernina.
Presto scriverò un post dedicato a ciascuna tappa del Bernina.

IMPORTANTE:
Se salite a bordo del treno regionale, potrete fermarvi e scendere in tutte le tappe, alcune “su richiesta” premendo un bottone, mentre se salite sul BEX alcune fermate verranno obbligatoriamente saltate.

  • Le tappe del Trenino Rosso Bernina:
  • Tirano: stazione di partenza e cittadina della Valtellina dove perdersi, fare escursioni in bicicletta, bere una buona cioccolata calda e fare incetta di pizzoccheri locali. Da non perdere il Santuario della Madonna di Tirano: scenografica!
  • Brusio- Viadotto circolare: il treno inizia la sua salita attraversando un viadotto, progettato come quadrante circolare, permettendo al treno di superare con facilità il dislivello.
  • Le Prese: perfetta per una passeggiata lungo le sponde del lago di Poschiavo.
  • Poschiavo: è il capoluogo della Valposchiavo, famosa per il suo centro storico e gli edifici signorili in stile rinascimentale.
  • Cavaglia: è qui che il treno inizia la sua vera salita; la tappa si distingue per le formazioni rocciose, le cosiddette Marmitte dei Giganti che costituiscono il Giardino dei Ghiacciai di Cavaglia. Tappa consigliata soprattutto nella stagione estiva.
  • Alp Grüm: questa stazione gode di un panorama spettacolare dal ghiacciaio del Palü con l’omonimo lago, la piana di Cavaglia e le Alpi Bergamasche. L’edificio che ospita la stazione ha un ristorante e una locanda con camere.
  • Ospizio Bernina: è una delle fermate più famose della tratta per il suo panorama mozzafiato. Con il suoi 2253 metri di altitudine è la stazione più alta della Ferrovia Retica.
  • Bernina Lagalb: è una fermata su richiesta, perfetta per gli sciatori.
  • Bernina Diavolezza: fermata ideale per coloro che desiderano non solo sciare, ma anche solo godersi un panorama mozzafiato in alta quota. Proprio da qui, infatti, potete salire a quasi 3000 metri di altitudine con la funivia Diavolezza. Una volta arrivati, coccolatevi prendendo il sole dalla terrazza del rifugio alpino o con un idromassaggio presso l’Hotel Berghaus Diavolezza.
  • Morteratsch: è la fermata ideale per chi desidera raggiungere la lingua del ghiacciaio Bernina, a circa 50 minuti di distanza a piedi.
  • Pontresina: è la fermata dove sono scesa io. Da qui, seguendo il percorso tracciato, ho raggiunto a piedi Saint Moritz attraversando boschi, laghi ghiacciati e panorami speciali. Consigliatissima!
  • Saint Moritz: è il capolinea del Bernina, perla del turismo svizzero e meta turistica  nota a livello mondiale. Per una dolce sosta, fermatevi alla pasticceria Hanselmann.
informazioni Bernina treno


  • Dove mangiare?
La guida ufficiale del Trenino Rosso del Bernina che mi ero scaricata prima di partire consigliava di portare il pranzo al sacco, perché i prezzi in Svizzera, si sa, sono molto più alti rispetto all’Italia. 
Io ho fatto così perché sapevo di voler fare una lunga passeggiata nel bosco e sapevo che non avrei trovato punti di ristoro lungo il percorso.
In moltissime fermate, ci sono rifugi che offrono specialità montanare da leccarsi i baffi con viste panoramiche strepitose.

  • Come arrivare a Tirano?
Tirano è una raccolta cittadina in provincia di Sondrio a circa 180 chilometri da Milano. 
È possibile raggiungerla in treno da Milano in circa due ore e mezza (con treno regionale) oppure in auto percorrendo la SS 38 (Milano-Lecco-Sondrio).
Se arrivate invece da Brescia il percorso migliore è attraversare la Valle Camonica e il Passo dell’Aprica.

  • Dove si trova la stazione a Tirano della Ferrovia Retica?
Proprio accanto alla Stazione italiana, non potete sbagliarvi.

  • Hai girato un video dove possiamo farci un’idea della giornata a bordo del Bernina?
Certamente! Eccolo qua! E non dimenticatevi di iscrivervi al mio canale Youtube! Per adesso ci sono pochi video, ma ne arriveranno molti altri!
Grazie! 




Spero che questo articolo vi possa essere utile per pianificare una o più giornate a bordo del Trenino Rosso del Bernina! Tra qualche giorno pubblicherò un post soffermandomi sulle tappe da non perdere e un altro su che cosa vedere a Tirano con tips da non perdere!

Siete mai saliti a bordo del Bernina?
E d’estate com’è?

Per rimanere aggiornati sulle novità e altri viaggi, seguitemi su Facebook, Instagram, Twitter, Pinterest e Youtube!


You Might Also Like

2 commenti

  1. Grazie per le dritte e complimenti per foto e video! Veramente bellissimi! :D
    E' da un po' che l'idea del Trenino del Bernina mi stuzzica... A tuo avviso risulta pesante fare a/r in giornata? Aggiungendoci le 2 h e mezza che mi separano da Tirano, temo sia una sfacchinata... :(
    Buona giornata!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Jessica,
      Grazie mille per i complimenti! Mi fai davvero felice! :)

      Due ore e mezza non sono pochissime, rischi di trascorrere le ore più belle della giornata in macchina (a meno che tu non parta davvero presto la mattina...).
      Ti consiglio di arrivare la sera prima e goderti una giornata piena sul trenino e poi ripartire nel tardo pomeriggio verso casa.

      P.S Tirano è molto carina da girellare e si mangia benissimo! ;)

      Divertiti!:D

      Carlotta

      Elimina

Grazie della tua visita,

Se vuoi lascia un commento qui sotto:)