Da non perdere a Lisbona: LX Factory la via della creatività.

21:32:00

Quando torno da un viaggio ripercorro mentalmente le sensazioni, i profumi, i colori che ho visto e vissuto. Sono lì, li posso quasi toccare, sembrano così vivi e a portata di mano.
Le risate con le mie compagne di viaggio, conosciute solo all’arrivo, le salite e le discese per i vicoli sorprendenti di Lisbona, le sardine cucinate da mani in festa e in trepidante attesa, gli sguardi accoglienti dei portoghesi e la gioia di essere in una città che per tanto tempo desideravo di rivisitare e rivedere con occhi nuovi e forse più maturi. Tutto questo e molto altro è stato il viaggio a Lisbona, il viaggio delle Travel Blogger Italiane, il viaggio di #sivalisbona.
Dopo la fase iniziale di euforia da ritorno, mi rendo conto che un luogo in particolare di Lisbona ha fatto breccia nel mio cuore.





Un luogo insolito, trasudante creatività e rinascita, che non si trova sulle guide turistiche e di cui non sapevo nulla: LXFactory. 

LXFactory di Lisbona è un ex complesso industriale, un tempo dedicato alla stampa portoghese, oggi completamente rinnovato e trasformato in un inno alla creatività.
Si trova nel fascinoso quartiere dell’ Alcantara, proprio sotto il ponte “25 Abril” e si può facilmente raggiungere con il tram 15 verso Belem.
Una volta arrivati, vi sembrerà di entrare in un’altra città.
Percorrete la lunghissima strada incorniciata da ex fabbriche ed entrate in ogni edificio che incontrate.
Qui vive una Lisbona underground tutta scoprire passo dopo passo.
Ristoranti vintage, caffetterie hipster che sembrano uscite da uno scatto su instagram, spazi di co-working e di design, luoghi di incontro, negozi di complementi di arredo e tantissimo altro.




La particolarità del LXFactory è la sua atmosfera dove si respira creatività e libertà ad ogni angolo, rigorosamente colorato da murales di ogni tipo.
Il suo contesto, un ex complesso industriale, potrebbe suscitare rigore e invece è il perfetto guscio ospitante dall’atmosfera tranquilla, quasi surreale.

Ler Devagar: una delle librerie più famose al mondo
Tappa da non perdere e vera mecca per chi ama leggere: la libreria Ler Devagar, tradotto “leggere lentamente”.
Questa libreria indipendente, fondata nel 1999, è un’autentica opera d’arte. Scaffali alti due piani sommergono letteralmente lo spazio, creando un effetto a trecentosessanta gradi.


Al centro della libreria è installato una soppalco in cui abitano una caffetteria ed laboratorio creativo dove l’artista Pietro Proserpio espone le proprie opere da Archimede. Non sorprendetevi se vi mostrerà, tra le sue creazioni, anche la sua macchina del tempo.
Salite sulle scale in ferro sgangherate e lasciate fuori dalla porta ogni tipo di pregiudizio. Qui poco ha senso, ma che importa? È questo il suo bello!

Dal soffitto penzola un uomo a bordo di una bicicletta, dove volerà? Verso una storia raccontata in uno dei tanti libri che lo circondano, forse.

La Street Art
Per tanti anni abbandonato, LXFactory, ampio circa 23.000 metri quadrati, urla “rinascita” da tutti i pori.
Oltre a scoprire le particolarità di ogni negozio, mi sono divertita a scovare la colorata street art nelle vie posteriori. È stato un susseguirsi di immagini, anche de denuncia, forme, occhi e colori tutti da fotografare.






E per un pranzo gustoso e sfizioso
: 1300 Taberna
Per apprezzare al meglio l’opera di rivitalizzazione di questo spazio, non posso che consigliarvi di pranzare alla 1300 Taberna. L’ambiente impeccabile, dallo stile post industriale appunto, con tocchi inaspettati (come le isole di erbe alimentari di fianco la cucina a vista), lo rendono un vero ristorante di tendenza. Il menù del pranzo è pensato per chi cerca piatti freschi ma gustosi, proprio ciò cui andavo cercando. Ho mangiato un gazpacho rivisitato con gelato al cocomero: un’esperienza indimenticabile! E un’insalata di asparagi, salmone affumicato e uovo. Mentre la mia amica Flavia ha mangiato un ottimo cous cous!



Lisbona, una città piena di sorprese!

Come arrivare a LXFactory:
Con il tram (linee 15 o 18) o con l’autobus (linee 714, 720, 732), fermata Largo do Calvàrio.

Il mio consiglio è abbinare LXFactory con la visita a Belem. 


E se siete curiosi di sapere che cosa fare a Lisbona in 24 ore, ecco lo splendido video girato durante il nostro weekend di #sivalisbona!
Io non riesco a smettere di guardarlo *-*



Spero l’articolo ti sia piaciuto, se ti va condividilo!
Ti aspetto su


FACEBOOKTWITTER-INSTAGRAM- SNAPCHAT.

You Might Also Like

2 commenti

  1. Bellissima la nostra visita ad LX Factory, davvero una chicca indimenticabile! È un peccato che le guide non lo segnalino!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hai proprio ragione Lucia, LX Factory dovrebbe essere una tappa obbligatoria! :)
      Un bacione,
      Carlotta.

      Elimina

Grazie della tua visita,

Se vuoi lascia un commento qui sotto:)