Che cosa vedere a Taormina in due giorni tra poesia e arancini

12:35:00

Che cosa vedere a Taormina in un due giorni

La scorsa primavera ho visitato per la prima volta Taormina e l’ho trovata un gioiello pieno di luce, colori e tranquillità. Mi ha donato un senso di pace inaspettato come se fosse un piccolo mondo a parte, un mondo dove regna il silenzio, la quiete e ci si sente in vacanza tutto l’anno. In questo articolo vi porto con me a Taormina, scoprendo che cosa vedere in due giorni e dove mangiare arancini fantastici, senza dimenticare di fare una tappa per gustare una delle granite siciliane più buone di sempre! 
Siete pronti? Scopriamo che cosa vedere a Taormina in due giorni tra poesia, colori e arancini!

Teatro Antico di Taormina

Il fascino indiscusso di Taormina risiede in buona parte nel contesto paesaggistico in cui è incastonata. La splendida cittadina siciliana si trova a circa 205 metri sul livello del mare su un pianoro roccioso del Monte Tauro a strapiombo sul Mar Ionio. Il panorama, da qualsiasi punto lo si guardi, lascia a bocca aperta regalando suggestioni a metà tra il sogno e la veglia. Un incanto tra il mare e l’Etna.
Passeggiare per le vie caratteristiche di Taormina è come farsi avvolgere da un vortice di colori, l’azzurro del mare, il verde dei suoi giardini, il rosso e l’arancione delle maioliche, il rosa pallido delle sue case. 
Taormina racchiude inoltre un grande patrimonio artistico, storico e culturale riscontrabile in ogni angolo della cittadina. Vi basterà perdervi per le vie del suo centro storico e assaporare la sua atmosfera inconfondibile. 

Che cosa vedere a Taormina in due giorni

Teatro antico di Taormina

Che cosa vedere a Taormina

 Lasciatemelo dire, il Teatro antico di Taormina è spettacolare. E ancora più spettacolare è la vista panoramica che si può ammirare all’interno del Teatro. 
Vi sembrerà di essere sospesi tra il mare e le nuvole, scorgendo l’Etna imponente a guardarvi da lontano. Un vero palcoscenico all’aria aperta. 

Panorama Teatro Greco di Taormina

Il Teatro greco di Taormina è la vera perla architettonica della città, prova tangibile delle origini greche della stessa. 
Si trova alle spalle di Palazzo Corvaja su Corso Umberto, proprio nel centro storico cittadino. 
Dopo aver superato i tipici chioschetti ambulanti di granite e aranciate, leggermente in salita e un po’ defilato, troverete l’ingresso al Teatro. 
Il Teatro Greco di Taormina è il secondo teatro più grande della Sicilia, dopo il Teatro di Siracusa, ed è il monumento storico antico meglio conservato della regione.
Si ritiene che la sua costruzione si avvenuta intorno al III sec a.C ad opera dei Greci; su alcuni scalini è infatti possibile leggere l’incisione del nome di Filistide, moglie dei tiranno di Siracusa che lo fece costruire. Il Teatro fu successivamente ristrutturato ed ampliato con colonne, statue e coperture da parte dei Romani. 
Ed è proprio in epoca romana che il teatro di Taormina perde la sua originaria funzione: da luogo nato per ospitare rappresentazioni musicali e letterali, diviene la casa di gladiatori e battaglie navali. Oggi, come sappiamo, è sede di numerose rappresentazioni teatrali nazionali ed internazionali che richiamano visitatori da tutto il mondo.
Immergetevi nella sua atmosfera e lasciatevi trasportare in suggestioni antiche tra paesaggi meravigliosi e affacci a strapiombo sul mare.

Il centro storico di Taormina
Prima ancora di visitarla, avevo il timore che Taormina fosse la tipica cittadina un po’ snob, ereditiera di un turismo di fasti e merletti degli anni ’80. Ho trovato invece una cittadina rilassata e cortese in grado di accogliere con grande gentilezza i suoi visitatori. A darmi il benvenuto una signora conosciuta sul pullman che mi ha offerto un passaggio in auto fino al mio B&B raccontandomi aneddoti della sua vita tra risate e ironia. Fantastica!




Il centro storico di Taormina è un susseguirsi di vie caratteristiche ricche di boutique, ristoranti, piazze con grandi affacci sul mare, giardini colorati e tantissimi scorci da cartolina. 
Le porte delle case sono curate nei minimi dettagli, le sue strade sono ricche di fiori e profumi deliziosi di marzapane e limone. 
Vi consiglio di perdervi tra le stradine che più vi ispirano, fuori dal percorso delineato di Corso Umberto I che inizia da Porta Catania e si conclude a Porta Messina. Perdersi è la cosa migliore per apprezzare ancora di più la raccolta cittadina. Vi sembrerà di essere in un piccolo mondo ovattato. Incantevole.

Piazza IX Aprile di Taormina

Che cosa vedere a Taormina

Che cosa vedere a Taormina

È la piazza più famosa e scenografica di Taormina, grazie al suo affaccio a strapiombo sul mare in grado di ipnotizzare come il canto di una sirena. 
Dalla sua balconata si può scorgere l’Etna così come la baia di Giardini Naxos e la collina che racchiude il Teatro Greco. 
Un susseguirsi di colori rilassanti, un abbraccio infinito dove farsi cullare. Oltre alla terrazza panoramica, Piazza IX Aprile si contraddistingue per la particolare pavimentazione a scacchiera in netto contrasto con i colori tenui della Chiesa di San Giuseppe, dell’ex convento di Sant’Agostino e la Torre dell’Orologio.

Piazza Duomo e la Cattedrale di Taormina
Meno scenografica rispetto a Piazza IX Aprile, Piazza Duomo accoglie la Cattedrale di Taormina e la Fontana, detta “Quattro Fontane”, posta proprio al centro della piazza. La Fontana, eretta nel 1635 in stile barocco, è il simbolo di Taormina e raffigura un centauro bipede con busto di donna con una corona, uno scettro nella mano destra e un globo nella mano sinistra.
La Cattedrale di Taormina risale al XIII secolo ed è dedicata a San Nicolò di Bari. La sua facciata è molto semplice e spoglia, di rilievo il grande rosone e la porta rinascimentale.

Che cosa vedere a Taormina

Da non perdere anche Piazza Vittorio Emanuele che coincide con l’antico foro della città, così come la Chiesa di Santa Caterina in marmo rosa e pietra di Taormina e Palazzo Corvaja.

La Villa Comunale di Taormina e i suoi giardini
È proprio vero che Taormina è rigogliosa e piena di vegetazione. 
Un esempio? La Villa Comunale e i suoi giardini. 
La Villa è stata ceduta al Comune nel 1922 ed oggi è aperta al pubblico ad ingresso gratuito. 


Un tempo abitata da Lady Florence Trevelyan, una nobildonna inglese, cugina della Regina Vittoria, che visse a Taormina dal 1884 e che sposò il sindaco della città. È proprio grazie a Lady Florence e alla sua passione per la botanica che i giardini della Villa sono così particolari, ricchi di piante rare e fiori. 
La nobildonna fece costruire un giardino all’inglese che rispecchiasse la sua personalità eccentrica e vivace. Non solo, i giardini sono ricchi anche di costruzioni molto interessanti poste a puro scopo ornamentale, come una pagoda che ospita ancora oggi numerose specie di pappagallini. 
Gia all’epoca la bellezza della Villa e dei suoi giardini richiamavano moltissimi personaggi illustri da tutto il mondo, rendendo così ancora più famosa e amata la stessa città di Taormina. Ad incorniciare la Villa Comunale, ancora una volta, un bellissimo affaccio sul mare da cui godere del tramonto.

Visitare l’Isola Bella di Taormina

Che cosa vedere a Taormina

Ve ne sarete già accorti al vostro arrivo, ai piedi di Taormina sorge la spiaggia più bella della città: la spiaggia dell’Isola Bella. Una spiaggia bagnata da acque cristalline che sorge dinanzi alla famosa Isola Bella, ovvero un piccolo isolotto roccioso ricco di alberi e pianti, collegato alla terra ferma da un lembo di spiaggia dorata visibile a seconda della marea. Ciò che salta subito all’occhio è la trasparenza del mare e i colori vivi della vegetazione che la anima. 
La spiaggia è di ciottoli, è libera ed è attrezzata con sdraio e ombrelloni. 
Il fondale è roccioso, perciò portatevi le scarpe da scoglio se volete fare il bagno senza pensieri. Molto spesso la spiaggia è molto popolata, ma se andate fuori stagione godrete sicuramente di più calma. 

Raggiungere l’Isola Bella è possibile anche a piedi, a seconda della marea. 
L’entrata è però a pagamento: 4 euro intero, 2 euro ridotto. 
È possibile visitare l’Isola Bella tutti i giorni, tranne il lunedì dalle 9.00 a un'ora prima del tramonto.

Come arrivare all’Isola Bella:

Ci sono due modi per arrivare all’Isola Bella dal centro di Taormina:
  • Con la funivia che da Taormina va alla spiaggia di Mazzarò in pochi minuti. Costa 2 euro solo andata, 3.50 euro andata e ritorno.
  • A piedi, da Via Pirandello poco fuori Porta Messina, è possibile raggiungere l’Isola Bella in una camminata di circa 30/40 minuti in discesa.
Dove mangiare a Taormina: 

Dove mangiare a Taormina arancini

Mangiare a Taormina può rivelarsi molto costoso essendo la città super turistica. Alloggiando in un Bed&Breakfast con una terrazza panoramica incredibile, ho optato per prendere più volte cibo da asporto e gustarmelo in terrazza vista mare. 
Durante le mie due giornate a Taormina ho pranzato e cenato presso l’Antica Rosticceria da Cristina, a due passi dal Duomo.
Ho fatto una mega degustazione di arancini siciliani (che vi consiglio assolutamente!), mangiato un ottimo piatto di spaghetti allo scoglio e assaggiato le tipiche sarde alla siciliana. Prezzi modici e piatti davvero squisiti! Consigliatissimo!

Dove mangiare la vera granita siciliana a Taormina:

Granita Siciliana Taormina Bam Bar

Prima di partire per la Sicilia avevo un’immagine in testa: la granita siciliana! A Taormina ho realizzato la mia voglia in uno dei posti cult della Sicilia: il Bam Bar
A Taormina è una vera e propria istituzione, tanto che spesso è strapieno e dovrete passarci più volte per trovare un tavolino disponibile. 
L’atmosfera è allegra e colorata e le granite sono DIVINE! Il menù è ricco di gusti a seconda della stagione. Io ho provato la granita alla mandorla e quella all’arancia: fenomenali! La vera granita siciliana è qui.

BamBar: Via Giovanni di Giovanni, 45.

Dove dormire a Taormina:
Ho soggiornato per una notte presso il Bed & Breakfast Villa Floresta, a pochissimi passi dal Duomo di Taormina. 
Mi sono trovata benissimo. La struttura si trova all’interno di un’antica casa siciliana di fine Ottocento. Splendida la terrazza panoramica vista mare (e vista Duomo) dove è possibile fare colazione, prendere il sole e pranzare/cenare. 
Le camere sono confortevoli in perfetto stile siciliano e la posizione centralissima essendo proprio a due passi dal Duomo di Taormina. Vi lascio il sito web in caso voleste prenotare.

Come arrivare a Taormina:
Auto: la soluzione più pratica è arrivare a Taormina in auto, magari noleggiandola direttamente all’aeroporto di Catania, che dista un’oretta. 
L’aeroporto ospita moltissime compagnie di noleggio auto, avrete l’imbarazzo della scelta ma vi consiglio sempre di prenotare prima. 
Treno: Taormina è facilmente raggiungibile in treno. La stazione più vicina a Taormina si chiama Taormina-Giardini. Una volta arrivati in Stazione, vi è un autobus che in circa 15 minuti vi porterà nei pressi del centro storico di Taormina. 
Pullman: avendo avuto un disguido con la compagnia di noleggio che avevo contattato prima di partire, ho raggiungo Taormina dall’aeroporto di Catania tramite pullman. Non ho avuto nessun problema e in circa un’ora e trenta minuti sono arrivata a destinazione. Se non avete la macchina a disposizione, arrivare a Taormina in pullman è assolutamente fattibile. Circa 13 euro solo andata.

Spero questo post vi sia piaciuto ma soprattutto vi possa essere utile per programmare il vostro tempo a Taormina.
A Taormina ho vissuto una delle giornate più belle del mio viaggio in Sicilia. Ho amato la sua atmosfera rilassata e riposante. Spero di tornarci presto.

E voi siete mai stati a Taormina? Vi è piaciuta?

Per continuare a seguirmi e non perdervi nessuna novità, mi trovate su Facebook, Instagram e Twitter. Vi aspetto!


Carlotta

You Might Also Like

0 commenti

Grazie della tua visita,

Se vuoi lascia un commento qui sotto:)