#13 Organizzare da soli un viaggio nelle Filippine : tutte le informazioni che devi sapere.

16:40:00

La mia amica Chiara è tornata da un viaggio di quasi 20 giorni nelle Filippine ed io ho colto l’occasione per farle tantissime domande su come si organizza un viaggio nelle Filippine da soli, chiedendole dalle informazioni più pratiche (come l’assicurazione di viaggio ed il costo della vita), a che cosa vedere, quali esperienze fare e quali sensazioni le ha suscitato questo paese. 

Una nuova intervista per la mia rubrica “Intervistando i Viaggiatori”.

Leggendo le risposte di Chiara e ammirando le sue bellissime fotografie, la mia impressione è che le Filippine siano davvero meravigliose, un tripudio di natura incontaminata, gentilezza dei suoi abitanti e luoghi autentici e genuini.
Felice di riportare l’esperienza di Chiara, ecco tutti i consigli per organizzare da soli un viaggio nelle Filippine, proprio come ha fatto lei.

Viaggio Filippine


1) Ciao Chiara! Organizzare un viaggio fai da te nelle Filippine: impresa impossibile?
No, non è impossibile ma ci vuole tanta pazienza e un po’ di tempo. Le isole che compongono questo Paese sono tantissime quindi gli spostamenti per vedere più cose possibili sono innumerevoli e non sempre facili da organizzare.
Visitare le Filippine con un viaggio organizzato, secondo la mia esperienza, non non permetterebbe di viverne appieno la bellezza.

2)  Qual è stato il tuo itinerario di viaggio?
Siamo partiti da Milano, fatto scalo a Abu Dhabi e atterrati nella Capitale Manila che si trova sull’isola di Luzon.
Il giorno seguente ci siamo spostati sull’Isola di Bohol dove siamo stati 3 giorni; successivamente abbiamo passato una notte di passaggio nell’Isola di Cebu nell’omonima città per spostarsi poi con l’aereo sull’Isola di Palawan. Qui abbiamo trascorso 7 notti, delle quali 2 vicino Puerto Princesa, 2 sull’Isoletta di Roxas e 3 a El Nido
Poi, tramite un traghetto ci siamo diretti a Coron, un’ isola vicino a Palawan dove abbiamo trascorso 2 notti. 
Da Coron abbiamo preso nuovamente l’aereo che ci ha riportati sull’Isola di Luzon dove abbiamo trascorso gli ultimi 5 giorni.




3) Quali sono i documenti necessari per visitare le Filippine?
Fino a 30 giorni di permanenza basta il passaporto con almeno 6 mesi residui di validità.

4) Per quanto riguarda i tuoi spostamenti, avevi prenotato prima oppure hai fatto tutto al momento? 
Inizialmente volevamo fare tutto lì per lì ma poi ce l’hanno sconsigliato visto il periodo di alta stagione. Avremmo rischiato di non trovare posto nemmeno sugli aerei che per i filippini sono il principale mezzo di spostamento. 

5) E per quanto riguarda l’alloggio? Ci consigli una struttura in cui ti sei trovata bene?
Anche per gli alloggi abbiamo seguito lo stesso consiglio per gli aerei e abbiamo prenotato tutto dall’Italia, la maggior parte tramite Booking e siamo rimasti super soddisfatti di tutti i posti in cui abbiamo dormito; di alcuni siamo persino rimasti a bocca aperta perché non ci aspettavamo camere del genere per il prezzo pagato. Posto che consiglio assolutamente se andate a visitare l’isola di Coron è Expeditions BnB, camere pazzesche, con tutti i possibili comfort a un prezzo ottimo.

6) Quanto costa un viaggio nelle Filippine? Ci puoi fare qualche esempio a livello di costo?
Un viaggio nelle Filippine è un viaggio estremamente economico, l’unico costo elevato è il biglietto aereo dall’Italia. Il resto, a partire da tutte le gite possibili e inimmaginabili al mangiare fuori, è ancora super economico perché l’euro vale molto di più del pesos filippino. Noi cenavamo fuori anche in locali turistici con al massimo 10/15 euro a persona mangiando tutto quello che volevamo.

Come muoversi nelle Filippine



7) A livello di vaccini, ve ne sono di obbligatori? Avevi fatto un’assicurazione sanitaria?
Non ci sono vaccini obbligatori ma consigliati sono l’epatite A, il tifo, il colera e per alcune zone la malaria come profilassi. L’assicurazione sanitaria assolutamente da fare perché se succede qualcosa lì non siamo coperti dal punto di vista sanitario e i prezzi sono elevati. Abbiamo fatto l’assicurazione con il sito EUROPE ASSISTANCE: comodissima e economica, circa 80 euro a persona per 18 giorni.

8) Quali sensazioni ti ha suscitato questo Paese?
E’ un paese ancora quasi completamente lontano dal turismo eccetto alcune zone dell’isola di Palawan (El nido) e questo ti permette di viverlo in maniera più autentica. 
Bellissimo è stato osservare intorno a noi come scorre la vita per i filippini e come passano le loro giornate. La semplicità e l’assenza della vita caotica a cui siamo abituati (tranne nelle grosse città) è ancora alla base del loro modo di vivere. Le giornate scorrono lente e con estrema tranquillità e le attività principali sono l’agricoltura e la pesca.




9) So che sei partita solo con uno zaino, ci consigli 5 cose che non possono mancare per chi fa questo tipo di viaggio?
Direi :
  • Impermeabile
  • Autan tropical
  • Scarpe da ginnastica di ricambio comode
  • Macchina fotografica (anche subacquea sarebbe essenziale)
  • Crema solare almeno e sottolineo almeno, 50 SPF.

10) Se potessi dare un consiglio a chi sta per intraprendere questo viaggio quale sarebbe?
Se avete i giorni contati  io vi consiglio di non trascorrerne troppi a El Nido che, secondo il mio parere, si è rivelata bella ma eccessivamente turistica per gli standard del paese in cui siete e questo quindi rischierebbe di farvi perdere quell’atmosfera autentica di cui parlavo prima. 
Consiglio in alternativa Coron che è molto simile a El nido ma estremamente meno turistica e con una fauna marina pazzesca!

11) Ci racconti un’esperienza vissuta nelle Filippine che non dimenticherai mai?
Il viaggio per arrivare a vedere le Risaie di Banaue è stato durissimo e a messo a dura prova i miei livelli di sopportazione ma ne è valsa totalmente la pena. 
Lo spettacolo naturale che le risaie offrono, soprattutto nel periodo in cui siamo andati noi in cui sono completamente verdi, è unico.



12) So che il tuo ragazzo ha vissuto un’esperienza super avventurosa, quale?
La zip line nella giungla a Bohol. Un chilometro sospeso a volo d’angelo a 100 metri di altezza sorvolando il fiume Loboc. Molto divertente soprattutto nella parte finale dove non sai come fermarti dalla discesa! Io non ho avuto il coraggio in quanto soffro di vertigini.


13) Se potessi portare un pregio di questo Paese in Italia quale sarebbe?
I filippini! sono un popolo fantastico! Sempre felici e sorridenti, super disponibili per tutto. Anche se magari sembra che non capiscano minimamente cosa gli stai chiedendo si danno da fare il più possibile per aiutarti! 

14) Ci consigli un piatto tipico delle Filippine da non perdere?
il Pork adobo, lo troverete sicuramente sempre in qualsiasi ristorante ed è buonissimo. Da quello che il mio palato ha potuto dedurre è del maiale immerso in una sorta di salsa super dolce in cui sicuramente c’è la soia e varie spezie. C’è anche la versione con il pollo.

15) Che cosa non dimenticherai mai delle Filippine?
Le risaie, i tramonti e la barriera corallina.

16) Tre parole per descrivere le Filippine.
naturalistiche, sorridenti, selvagge


Grazie Chiara!

Vuoi partecipare anche te alla mia rubrica e raccontare un viaggio che hai fatto oppure un’esperienza di vita all’estero? Che cosa aspetti? Scrivimi una mail. La prossima intervista potrebbe essere la tua ! :) Qui trovi tutte le interviste fatte fino adesso.



Spero l’articolo ti sia piaciuto, se ti va condividilo con i tuoi amici.

Ti aspetto su


You Might Also Like

0 commenti

Grazie della tua visita,

Se vuoi lascia un commento qui sotto:)