Che cosa vedere a Kranj, gioiellino della Slovenia

13:32:00

Uno dei giorni più felici del mio viaggio in Slovenia l’ho trascorso a Kranj, ultima tappa del mio on the road.
Saranno state le belle sensazioni vissute durante i giorni precedenti, sarà stata una giornata estiva caldissima ad accogliermi, sarà stata la cortesia dei suoi abitanti, ma Kranj mi è davvero rimasta nel cuore.

A prima vista Kranj è un solo un paesino circondato dalla natura e costituito da pochissime vie, tanto che la nostra guida locale appena ha visto me ed il mio compagno di viaggio ci ha chiesto “Ma perché siete venuti proprio a Kranj?

A Kranj siamo capitati un po’ per caso e forse proprio perché le aspettative erano davvero minime, ci ha stupiti. Si trova a metà strada tra Lubiana e Bled e solitamente viene un po’ snobbata dai turisti a favore di cittadine slovene più celebri.

Ciò che mi ha emozionato di più è stata l’accoglienza speciale dei suoi abitanti, così fieri di mostrarci la propria cittadina.
La signora Tatjana che ci ha accolti presso l’Hotel Actum è stata di una gentilezza infinita così come la nostra guida turistica che ci ha mostrato e raccontato nei particolari la storia di Kranj. 
Siamo stati così bene che la visita di Kranj è durata molte ore più del previsto ed è finita con un bellissimo pranzo tutti insieme presso un mercato di street food. 

Ecco perché oggi, in un pomeriggio autunnale un po’ sbiadito, sono felice di raccontarvi che cosa vedere in un giorno a Kranj, in Slovenia. 


Che cosa vedere in un giorno a Kranj in Slovenia ed informazioni utili


Una delle particolarità che salta subito all’occhio è che Kranj è completamente immersa nella natura e si trova su di un promontorio circondata da due fiumi. Questa cittadina è infatti una sorta di penisola abbracciata da una parte dal Fiume Kokra e dall’altra dal Fiume Sava. Volendo è possibile fare tante gite ed escursioni ed esplorare i dintorni naturalistici. Noi ci siamo soffermati unicamente in città.

Una passeggiata nel centro storico di Kranj

Kranj è una delle cittadine più antiche della Slovenia, popolata già nell’VIII secolo a.C.. e fortificata dal VIII sec. 

Uno dei luoghi più emblematici di Kranj è la piazza principale, “Piazza Slovena”, che testimonia, attraverso la costruzione di vari edifici, il passaggio delle varie epoche storiche in città.
Ogni lato di questa piazza si caratterizza perché durante ogni epoca storica è stato costruito un nuovo edificio. Sulla stessa piazza, infatti, sorgono quattro edifici che testimoniano quattro epoche storiche diverse. Anche il nome della stessa piazza è cambiato per ben quattro volte. 
Curioso, no?
Il primo edificio è in tipico stile neoclassico imperiale e testimonia la dominazione austroungarica sulla Slovenia, il secondo è un edificio molto semplice e funzionale della prima Jugoslavia (a cavallo tra la fine della prima guerra mondiale e l’invasione tedesca), il terzo edificio è in tipico stile germanico, testimonianza della dominazione nazista, ed infine il quarto edificio, un palazzo in acciaio corten risalente agli anni ’70.

Non solo Piazza Slovena, tutta Kranj è contraddistinta da un forte contrasto tra antico e moderno, in cui passo dopo passo è possibile rivivere epoche differenti, tra cui alcune molto dolose.




Dopo piazza Slovena, proseguite la passeggiata lungo la via principale ed ammirate la moderna biblioteca, punto di incontro cittadino ideale per scambiarsi idee, studiare e lavorare. La vista panoramica qui è incantevole. Addentratevi poi per il centro storico e scoprite l’importanza del più grande poeta sloveno, France Prešeren, che qui trascorse gli ultimi anni della sua vita. Sono molte le opere in città a lui dedicate, tra cui un museo-memoriale, il Parco Prešeren, il Teatro Prešeren ed un’altissima statua in bronzo che domina la piazza principale.
Molti edifici racchiudono una storia interessante ed interni sorprendenti. La casa del daziere, per esempio, è uno degli edifici più importanti di Kranj così come la casa di Pavšlar, un’antica casa borghese costruita dopo il 1550 collegata ad altri tre edifici attraverso un pittoresco portico. Molte di queste case oggi sono musei, altre invece ospitano delle gallerie d’arte a cielo aperto, altre ancora sono dimora fissa di eventi e manifestazioni. 


La vita cittadina: tra eventi, musica e laboratori artistici

Kranj mi ha dato la sensazione di essere una cittadina in continuo movimento con l’obiettivo costante di migliore la qualità della vita dei propri cittadini.
Come? 
Attraverso la promozione di tantissimi eventi, attività gratuite e festival- in soli due giorni abbiamo assistito a 3 eventi differenti!- ed attraverso l’incoraggiamento alla creatività dei cittadini mettendo a disposizione spazi dedicati a questo scopo: laboratori artistici, spazi teatrali, co-working ed una biblioteca super moderna. Moltissime le band che suonavano nei locali e nei bar, moltissimi i giovani che si scambiavano idee all’ombra di un albero.
La mia giornata a Kranj è stata un tripudio di musica, canzoni e colori.




Una cittadina giovane e piena di vita. Una cittadina che guarda al futuro. 

Pensate che nonostante le sue dimensioni ridotte vi è il servizio di bike-sharing ed un bus totalmente green che gratuitamente porta le persone da una parte all’altra della città.

Kranj è da prendere da esempio.

Il tour nelle gallerie sotterranee che attraversano la città

Non può assolutamente mancare nella vostra visita a Kranj, una passeggiata nelle gallerie sotterranee scavate, a scopo preventivo, durante la Seconda guerra mondiale.
Si accede da una porta vicino al canyon di Kokra, lungo il fiume. L’aria è molto umida e fredda, le temperature scendono vertiginosamente dal momento in cui si entra, poche e flebili sono le luci.
Le gallerie sono molteplici ed è impensabile vederne la fine. 
Al contrario è facile immaginare bambini ed adulti accovacciati nelle stanze predisposte che attendono la fine del suono delle sirene che annunciavano i possibili bombardamenti. Bombardamenti che fortunatamente non sono mai avvenuti. 

Eh sì, queste gallerie sono state costruite a scopo di difendere i cittadini durante l’occupazione tedesca ma fortunatamente la cittadina di Kranj non è mai stata vittima di angherie. 

Kranj, Slovenia

Queste gallerie lunghe 1300 metri riescono comunque a dare l’idea del clima  di vulnerabilità che vi si respirava. 
Se non riuscite ad immedesimarvi a sufficienza, ci pensa la guida turistica che vi farà vivere l’esperienza (quasi) diretta di ciò hanno provato gli abitanti di Kranj a stare nascosti sotto la città durante le sirene e cosa avrebbero provato si ci fossero stati i bombardamenti. L’esperienza è di grande effetto, con luci, vibrazioni e suoni estremamente realistici.
A me ha suscitato una forte sensazione di panico, sebbene sapessi che era una ricostruzione. I minuti sembrano un’eternità.

Prenotate la vostra visita presso l’Ente del Turismo di Kranj: www.tourism-kranj.si 
Oltre la visita alle gallerie vi consiglio anche quella di tutta la città.

Dove dormire a Kranj

Dedicate a Kranj non solo una giornata ma anche una notte, per vivere al meglio l’atmosfera vivace di questa cittadina. 
Io ho soggiornato presso l’Actum Hotel, l’hotel più importante di Kranj, situato in pieno centro storico lungo la via principale della cittadina. 
L’Actum Hotel sorge all’interno di un edificio storico di Kranj ed è arredato in perfetto stile anni ’50 con richiami a tema Rolls Royce.
Ciò che ho apprezzato di più è stata la camera: spaziosa, accogliente, e luminosa. Tutte le camere sono arredate in stile romantico neo-barocco, differenziandosi l’una dall’altra in piccoli particolari. 
Se volete sentirvi dei principi per un giorno, prenotate in una delle suite e godetevi per tutta la vostra permanenza una vasca idromassaggio personale.




Inclusa nel prezzo vi è un’abbondante colazione da poter gustare sia nella sala interna sia nel patio, durante le giornate più calde.
Non solo, l’Actum Hotel dispone di un ristorante di cucina slovena ed un piccolo centro benessere.
Particolare da non trascurare: il parcheggio privato gratuito proprio in centro storico.
Per maggiori dettagli visitate il sito ufficiale dell’Hotel Actum.

Ringrazio ancora la signora Tatjana sia per l’accoglienza sia per aver organizzato al meglio la nostra giornata alla scoperta di Kranj.

Dove mangiare a Kranj

Per la mia serata a Kranj, non amando moltissimo la cucina slovena (lo ammetto!), ho optato per un locale davvero sorprendente: il Projekt Burger.
Situato lungo il fiume Sava, in un giardino naturale, Projekt Burger offre degli hamburger homemade preparati al momento che sono la fine del mondo. Non scherzo se vi dico che è l’hamburger più buono che abbia mangiato negli ultimi anni.
A gestire il locale sono dei giovani ragazzi sloveni che mettono passione e dedizione nel loro lavoro.
Il servizio, proprio perche è espresso, nei giorni di maggior affluenza può risultare un po’ lento. Ma l’attesa vale davvero la pena! 
Se siete amanti dei sapori decisi vi consiglio l’hamburger “Bastardo”.

Foto credits Projekt Burger Instagram


Per il pranzo del giorno successivo, ho mangiato presso un mercato di street food temporaneo. Vi auguro di trovarlo quando visiterete Kranj. Ho mangiato benissimo anche lì.

Spero che il mio post vi sia piaciuto. Che idea vi siete fatti di kranj? Vi ispira una visita?


Se stai organizzando un viaggio in Slovenia ecco tutti i miei articoli scritti fino adesso:



Se l’articolo ti è piaciuto condividilo con i tuoi amici e seguirmi sui miei social, mi raccomando :)


Ti aspetto su



You Might Also Like

2 commenti

  1. Saranno i colori, saranno le casette piccole, ma sembra proprio di essere in una fiaba! Mi immagino di veder uscire da una di quelle porte qualche personaggio fantastico da un momento all'altro.
    Che spettacolo l'hamburger!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sìììì!! :D Proprio così Silvia! Kranj è davvero una piccola fiaba!
      Ciò che mi ha colpito di più, oltre alla tenerezza delle sue casine, sono i suoi abitanti così gentili e disponibili! :)
      P.S
      L'hamburger era FA VO LO SO! :D
      un abbraccio

      Elimina

Grazie della tua visita,

Se vuoi lascia un commento qui sotto:)