Che cosa vedere a Bruges in un giorno: 10 cose da non perdere

18:29:00

In questo articolo vi porto alla scoperta di una delle cittadine più romantiche delle Fiandre: Bruges. Quando sono partita per il Belgio devo ammettere che non mi ero informata moltissimo su che cosa vedere a Bruges in un giorno. Un po’ per mancanza di tempo, un po’ perché volevo lasciarmi sorprendere da una delle città più chiacchierate degli ultimi anni. 
Romantica, magica, surreale. Bruges è un connubio perfetto tra casette dai colori pastello, profumo di waffle, botteghe di cioccolateria, poetici canali e continui rimandi alle fiabe di altri tempi. Sembra uscita dalle pagine di un libro, dalle parole di un racconto antico. Bruges sembra finta, un set cinematografico.

Vedere Bruges in un giorno è assolutamente fattibile. Sarà rilassante perdersi per il suo centro storico, dichiarato Patrimonio Mondiale dell’Umanità dall’UNESCO, armati di macchina fotografica che scatterà all’impazzata ogni suo scorcio.
Se ne avete la possibilità però rimanete anche una notte a Bruges, così da godere della sua magia anche al calar della sera e continuare ad esplorarla anche il giorno successivo.

Per organizzare al meglio la vostra visita di un giorno a Bruges e un viaggio di tre giorni nelle Fiandre vi consiglio di leggere il mio articolo Tre giorni nelle Fiandre: Bruges, Gent e Bruxelles. Trovate tante informazioni pratiche tra cui come raggiungere Bruges da Bruxelles, la City Card e tanto altro.

Che cosa vedere a Bruges in un giorno

Adesso vediamo che cosa vedere a Bruges in un giorno

Se arrivate a Bruges con il treno basteranno pochi minuti a piedi per raggiungere il centro storico cittadino. Ho avuto la fortuna di visitare Bruges durante il periodo natalizio. La città era letteralmente sommersa di mercatini di Natale, piste da pattinaggio, musica e addobbi natalizi scintillanti. Un surplus che ha reso la mia giornata davvero speciale.
1) Il  Begijnhof 

Che cosa vedere a Bruges in un giorno

La prima tappa dell’itinerario è il Beghinaggio un giardino molto speciale racchiuso da facciate color neve avvolto da un silenzio quasi surreale. 
Vi si accede attraversando un ponte nelle prossimità di Winjngaardplein da cui è possibile scorgere il famoso Minnewater, il Lago dell’Amore.
Nel XVII secolo il Begijnhof era abitato dalle beghine, donne nubili che insieme formavano una comunità religiosa. 
Oggi il Beghinaggio è abitato da monache benedettine e l’atmosfera che ci si respira è di assoluta quiete e silenzio. All’interno di una delle abitazioni è possibile visitare un museo dedicato alle beghine e al loro stile di vita. C’è chi dice che questo sia il luogo più caratteristico di Bruges. A me ha ricordato moltissimo il Begijnhof di Amsterdam proprio per la tranquillità che lo caratterizza.

2) Markt, cuore pulsante di Bruges

Markt, Bruges

Markt, Bruges

È uno dei luoghi più simbolici e fotografati di Bruges. La centralissima Grote Markt è la piazza del mercato dove un tempo avvenivano gli scambi commerciali più importanti per la città.
È il mio luogo preferito a Bruges. Questa suggestiva piazza è abbracciata da casette color pastello con il caratteristico tetto a punta che regalano un’atmosfera tipica delle città del nord. 
Oltre a queste deliziose casette, a caratterizzare la Grote Markt è l’altissima torre campanaria Belfort. 
La Torre è aperta al pubblico e per chi non soffre di vertigini è possibile salire fino alla cima, dopo ben 366 gradini, e godere così di un panorama spettacolare su tutta la città. 

3) Il Burg 

Burg, Bruges

A pochi metri da Grote Markt sorge un’ altra importante piazza di Bruges: il Burg. Altrettanto famosa ma, a mio avviso, meno spettacolare della prima si distingue per la presenza di imponenti edifici storici tra cui l’imponente municipio trecentesco Stadhius e la sua Sala Gotica. 
Questa ampia piazza ospita anche il Museo Storico della Brugse Vrije e Casa Provost. Io ho avuto la fortuna di visitare questa piazza durante i cori delle voci bianche di Bruges. Davvero suggestiva.

4) Bere una cioccolata calda al Choco Jungle Cafè

Che cosa c’è di più confortante che riscaldarsi con una buona cioccolata calda? La cioccolata belga è uno dei fiori all’occhiello di questo Paese e non potete mancare di provarla. Sicuramente avrete già notato le botteghe di cioccolatieri e le pralinerie che costellano tutta Bruges. 
Un buon posticino, dall’aria simpatica ed informale, dove bere una cioccolata calda a Bruges è il Choco Jungle Bar. Un Café che propone un’ampia varietà di cioccolata e che ricrea le suggestioni di una giungla con tanto di casetta sull’albergo, scimmiette e un mega serpente penzolante dal soffitto. 
Quando ho visitato Bruges faceva davvero molto freddo: questo posto mi ha salvato da un potenziale congelamento! :)

5) Bere una birra al Brouwerij De Halve Maan

Se invece per riscaldarvi preferite la birra non potete assolutamente perdere il Brouwerij De Halve Maan, IL birrificio storico di Bruges vera e propria istituzione da sei generazioni di mastri birrai. Qui viene prodotta la tipica birra di Bruges, la Brugse Zot. 
È possibile partecipare a tour guidati nel birrificio al cui termine viene offerta proprio una Brugse Zot chiara.

Prezzi: 8.50 euro per adulti: 4,50 euro per bambini; gratis con la Bugge City Card.


6) Fare un tour in battello tra i canali

Prima di partire per Bruges mi ero messa in testa di voler fare il tipico giro in battello per i canali. Una volta arrivata però sono stata presa talmente tanto dalla frenesia di essere lì che me ne sono completamente dimenticata. Non scherzo.
Tornassi una seconda volta a Bruges, sicuramente proverei a visitarla girellando tra i suoi splendidi canali oppure in bicicletta. 

Vi lascio questo bel video per capire quanto può essere suggestivo ogni tanto visitare una città da un’altra prospettiva.



7) Perdersi tra le vie e i ponticini romantici

Che cosa vedere a Bruges in un giorno

Negozi Bruges

Bruges non si distingue unicamente per il suo centro storico e le sue deliziose piazze, tutt’altro. È una di quelle cittadine in grado di essere romantiche e suggestive in ogni suo angolo. 
Considerate che Bruges è attraversata da molti canali e ponti, è un labirinto di stradine punteggiate da case dal tetto a punta color pastello, Cafè dal sapore antico, botteghe di cioccolato e negozi dedicati unicamente al Natale. È un susseguirsi di scorci da immortalare assaporando la sua atmosfera dipinta di rosa al profumo di waffle. 

Il mio consiglio è proprio quello di perdervi tra le sue strade, mettendo da parte la cartina e lasciandovi guidare unicamente dal vostro istinto e dalla vostra voglia di scoprire.

8) A tutto musei: il Groeningemuseum, il Museo Memling, l’Historium e il Museo del Diamante

Un ottimo modo per conoscere più da vicino la storia dell’arte di Bruges (e magari ripararsi dal freddo pungente) è quello di visitare i suoi musei. 
Il Groeningemuseum è il museo municipale d'arte della città dove si possono ammirare numerose opere che spaziano in sei secoli di arte fiamminga e belga, tra cui la collezione dei primitivi fiamminghi, la collezione rinascimentale, barocca fino ad opere del XIX secolo.

Dal fascino molto particolare è il Museo Memling ospitato in un antico complesso ospedaliero dove un tempo monaci e suore si prendevano cura dei bisognosi e dei pellegrini. Il Memling ospita strumenti medici, archivi, mobili antichi e molto altro ancora. Da non perdere, all’interno della cappella dell’ospedale, alcune bellissime opere fiamminghe.

Situato nel Markt, la piazza principale di Bruges, l’Historium è un’esperienza multimediale in grado di trasportare indietro nel tempo nella Bruges del XV secolo. 
In sette sale a tema viene infatti ricreata la Bruges del 1435 dove sarà possibile scoprire in prima persona - grazie ad un’audioguida- i dettagli che la distinguevano. Il percorso dura un’ora ed è adatto a tutte le età.

Infine, il Museo del Diamante ci porta alla scoperta della tecnica della molatura dei diamanti, inventata più di 500 anni fa proprio a Bruges. Una vera e propria esperienza arricchita da mostre e laboratori dove è possibile scoprire i diamanti nelle sue sfaccettature.

9) E per i più golosi: il Museo del Cioccolato e il Museo delle Patatine Fritte

Alcune delle delizie culinarie che popolano la nostra cucina provengono proprio dal Belgio: la cioccolata, le patatine fritte sono tra queste. Per capire quanto i belgi facciano sul serio potete visitare il Museo del Cioccolato (The Chocolate Line) e il Museo delle Patatine Fritte (Friet Museum) di Bruges, particolarmente adatti per i più piccoli. 
Si tratta di due musei didattici per scoprire la storia di questi prodotti storici con tante curiosità e ovviamente degustazioni.


10) Il Lago Minnewater 

Lago Minnewater, Bruges

Poteva una delle città più romantiche d’Europa non avere anche un lago chiamato “Lago d’Amore”? Il Lago Minnewater è una vera e propria oasi di pace al riparo dalle frotte di turisti che popolano il centro storico di Bruges. Perfetto per rilassare gli occhi e la mente, il Lago Minnewater è un luogo fiabesco che incontrerete appena arrivati in città molto vicino al Beghinaggio. Abbracciato da un parco dove regna il silenzio e popolato da una colonia di cigni, questo lago è anche un punto panoramico su buona parte della città, tra cui la Torre di Guardia di Bruges e numerosi edifici posti un tempo a difesa di Bruges. Vi consiglio di visitarlo durante il giorno: qui l’umidità si sente per davvero!


La nostra visita virtuale a Bruges finisce qui. Spero di avervi dato qualche spunto interessante per visitare questa cittadina così particolare e romantica. Nonostante sia sommersa dal turismo (di cui anche noi, ricordiamocelo, facciamo parte) ho trovato Bruges una città incantevole, dal sapore antico, da visitare almeno una volta.

E voi l’avete mai visitata? Vi ispira un viaggio?

Se avete domande o suggerimenti, scrivetemi! Mi fa sempre piacere poter essere d’aiuto :)

Se volete organizzare un viaggio nelle Fiandre vi consiglio di leggere il mio articolo Tre giorni nelle Fiandre: Bruges, Gent e Bruxelles” e se volete qualche indirizzo dove mangiare a Bruxelles i piatti tipici: Mangiare a Bruxelles: i piatti tipici ed indirizzi utili.

Spero l’articolo ti sia piaciuto, se ti va condividilo!

Ti aspetto su

You Might Also Like

0 commenti

Grazie della tua visita,

Se vuoi lascia un commento qui sotto:)