Visitare le Fiandre in 3 giorni: Bruges, Gent e Bruxelles

13:44:00

Visitare le Fiandre è un piccolo sogno che avevo in testa ormai da qualche anno. Una destinazione semplice da raggiungere, grazie ai numerosi voli low cost per Bruxelles, e facilmente spendibile in un weekend lungo. 
Grazie ad un’efficiente linea ferroviaria, è possibile visitare ciascuna delle cittadine che compongono le Fiandre anche in un solo giorno, (ovviamente se avete a disposizione più giorni buon per voi). In alternativa potete visitare le Fiandre noleggiando un’auto e magari dedicare molto più tempo a questa parte di Belgio.

Io per questi tre giorni nelle Fiandre ho scelto di visitare Bruges e Gent facendo base a Bruxelles. 
Sono stati tre giorni all’insegna di casette color zucchero filato, waffles croccanti (lo sapete che non avevo mai assaggiato un waffle?), cioccolata e mercatini di Natale da perdere la testa. Un tripudio di profumi natalizi e di un’atmosfera magica che aspettavo trepidante!

In questo post vi racconto il mio weekend nelle Fiandre con sensazioni e fotografie ma anche con informazioni utili per organizzare questo viaggio con super facilità. 

Vorrei dedicare un articolo specifico sia per Burges che per Gent, così che possiate avere un mini guida su che cosa vedere in un giorno.

Prima di cominciare però è utile rispondere a tre domande:

-Dove sono le Fiandre? 
Le Fiandre è una delle tre regioni che compongono il Belgio. Sono bagnate dal Mare del Nord e confinano con i Paesi Bassi e con la Francia. Le principali cittadine delle Fiandre sono Bruges, Gent, Anversa, Lovanio e Mechelen.

Viaggio nelle Fiandre mappa


-Quando andare nelle Fiandre?
Il miglior periodo per visitare le Fiandre è quello che va da maggio a settembre, unicamente perché fa meno freddo e vi sono più possibilità di trovare delle belle giornate di sole. Ma non è detto. Il clima delle Fiandre è estremamente variabile: si può infatti passare dal sole alla pioggia in una manciata di minuti. 
Se non soffrite troppo il freddo (come me!) vi consiglio di visitare le Fiandre sotto Natale. Vedere Bruxelles completamente addobbato ed in festa è stato un paradiso di sensazioni magiche. 
Anche Bruges era prontissima per celebrare il Natale, al contrario di Gent. Le Fiandre durante il periodo natalizio sono davvero imperdibili! P.S Copritevi bene!

-Che cosa mangiare nelle Fiandre?
Questa domanda merita un articolo a parte, che non tarderà ad arrivare. Le Fiandre (così come il Belgio) sono famose per la varietà incredibile di birre, di cioccolata e praline, patatine fritte e waffles! Pensate che esiste il Museo delle patatine fritte, il Museo della Birra ed il Museo della cioccolata.
Un’altra specialità tipica delle Fiandre sono le cozze, ovviamente accompagnate da una porzione di patatine fritte!


Bruxelles ed i mercatini di Natale

Avevo visitato Bruxelles tantissimi anni fa e non mi aveva lasciato una particolare euforia, lo ammetto. Durante questo ultimo viaggio ho potuto dedicare a Bruxelles un pomeriggio e due sere, perciò le mie opinioni sono circoscritte ad un tempo limitato. 
Vi anticipo subito che Bruxelles è stata una bella sorpresa e credo che il merito vada all’atmosfera natalizia che permeava tutta la città. 
Non solo i classici addobbi e lucine, ma un’infinità di mercatini di Natale (bellissimi!) dedicati allo street food tipico belga, alle decorazioni per l’albero di Natale e a possibili idee regalo. 

Metteteci dentro una ruota panoramica, una pista di pattinaggio, giostre d’epoca sparse per la città ed un gioco di luci stupefacente proiettato sui palazzi della Grand Place a tempo di musica ed il gioco è fatto! 

Natale a Bruxelles



Mercatini di Natale a Bruxelles


Non è facile descrivere a parole una delle piazze principali della città completamente al buio ed illuminata unicamente da luci colorate, con musiche di Natale a tutto volume e persone in festa che ballavano allegre e stordite dalla birra.
Spero abbiate visto i video che ho caricato in diretta sul mio Instagram Stories, altrimenti li posso ricaricare. 
Sono davvero rimasta a bocca aperta! 

Ho trovato Bruxelles una città a tratti molto sporca, super accogliente, multietnica, ventosa (!!!), viva e frizzante. I cittadini di Bruxelles che ho incontrato durante il mio cammino sono stati gentilissimi, disponibili e sempre pronti ad aiutare.
Un altro breve elogio alla città: tre posticini dove ho mangiato davvero benissimo! Ma ve ne parlerò in un post a parte. :) 

Bruges, piccola fiaba delle Fiandre

Riguardo Bruges avevo delle aspettative molto alte. Avevo visto centinaia di fotografie, letto tantissimi articoli. Non vedevo l’ora di vederla con i miei occhi. 
Non c’è nulla da dire, Bruges è una vera fiaba. Bruges sembra finta. 



Nonostante il grande afflusso di turismo, di cui tanto ci lamentiamo ma di cui facciamo parte anche noi quando viaggiamo, Bruges ha saputo mantenere un'aura di magia in ogni suo scorcio. 
Le grandi folle che animano le sue strade a me hanno dato una sensazione di vitalità ed allegria. 
Mentre, al contrario, ho trovato tanti ristoranti molto cari e turistici, tante botteghe con prezzi alle stelle di cui, ovviamente, avrei fatto a meno. 

Perché Bruges ci piace tanto? Perché costellata da casette color pastello che ricordano quelle delle fiabe di una volta, per la sua atmosfera sospesa tra sogno e realtà, perché attraversata da canali e ponti romantici, per i suoi palazzi maestosi ed allo stesso tempo accoglienti, per il profumo di waffles che inonda le strade e quello di cioccolata calda. 
Non a caso è conosciuta come la cittadina più romantica delle Fiandre. 

Splendida l’antica piazza del mercato, Grote Markt, abbracciata dalle casette più fotografate di Bruges, così come Burg, per non parlare del Begijnhof luogo silenzioso dove vivono le beghine. 

Ho avuto la fortuna di visitare una Bruges in piene vesti natalizie, con mercatini di Natale che invogliavano a fermarsi (e dove ho mangiato un ottimo hamburger!), con una pista di pattinaggio piena di bambini felici ed urlanti, i cori natalizi delle voci bianche e centinaia lucine di festa e musica in tutte le sue stradine medievali. 
Come si fa a non innamorarsene?




Dove bere una cioccolata calda a Bruges: per una pausa dal freddo pungente e per una carica di energia con una bella tazza di cioccolata fumante, vi consiglio il Choco Jungle Bar. Un bar che vuole ricreare le atmosfere di una giungla con tanto di scimmie, un mega serpente penzolante dal soffitto ed una romantica casetta di legno sospesa. Il bar presenta anche una degustazione di tanti tipi di cioccolata calde. Da non perdere!

Gent, sei bella anche sotto la pioggia

Vi avevo anticipato che il Belgio ha un tempo molto variabile. La pioggia ha fatto la sua grande comparsa durante tutto il giorno di visita a Gent. Non era una pioggerella romantica, macché: era un vero e proprio diluvio.
Nonostante le condizioni meteorologiche non proprio favorevoli, Gent si è fatta volere bene. 


Una cittadina universitaria, molto vivace, ideale da visitare in bicicletta (magari con il sole!), oppure a piedi. 
Una di quelle cittadine che ti fa pensare a come deve essere vivere lì, quali saranno le abitudini dei suoi abitanti, dove si ritroveranno per passare il tempo insieme.

Più autentica e genuina rispetto la sua vicina Bruges, Gent si presenta composta e riservata. Non ostenta niente, ma si lascia scoprire poco a poco. 

Ho amato molto il suo centro storico raccolto ma interessante e mi sono stupita alla vista dell’imponente Castello di Gravensteen. Uno di quei Castelli che sembrano possibili solo nella tua fantasia. 
Il grande via vai dei canali che attraversano Gent, incorniciati da quelle casette che tanto mi piacciono danno l’occasione per ammirare la città da un punto di vista inedito e romantico.
Da non perdere anche la piazza principale dove figurano “le tre torri di Gent”, ovvero l’imponente Cattedrale di San Bavone,la Sint-Baakfskathedraal conosciuta perché custode de l’Adorazione dell’agnello mistico, la pala d’altare di Van Eyck capolavoro della pittura fiamminga, la Chiesa di San Nicola, favoloso esempio di architettura gotica, e l’altissima torre di Belfort. 
Un insieme spettrale, cupo, che ha donato ancora più fascino alla visita di Gent.



Gent presenta tanti elementi di un tempo passato ma che certamente non risulta cristallizzata. Non è ferma, anzi. Vorrei tornare per scoprirla durante una bella giornata di sole, magari in primavera. Non vedo l’ora di parlarvene in un post dedicato.

Informazioni utili per organizzare un viaggio nelle Fiandre:

  • Se atterrate all’aeroporto di Bruxelles Charleroi vi è una comoda navetta che in circa 1 ora e 20 minuti vi porta a Bruxelles, alla Stazione Centrale. Il prezzo del biglietto varia a seconda che lo compriate online (14 euro) oppure in loco (17 euro). Se lo comprate in loco (la biglietteria è poco lontana dal punto di partenza del bus) comprate anche il ritorno: vi è uno sconto. Altrimenti il ritorno può essere comprato solo online. La fermata del bus per tornare all’aeroporto è la medesima dell’andata. 
  • Bruxelles ha un’ottima rete metropolitana che collega tutta la città. Il biglietto singolo per una corsa costa 3 euro. La biglietteria automatica accetta solo monete.
  • I treni in partenza per Bruges e Gent sono efficienti e puntuali. Il biglietto varia a seconda del giorno e del tipo di treno, ad esempio nel weekend costano meno. Vi è la possibilità di acquistare un biglietto unico formula weekend che inizia dal venerdì e termina la domenica. La durata del viaggio dipende, anche qui, dal tipo di treno. In linea di massima 1,30 per Bruges, 40 minuti per Gent. Vi consiglio di dare un’occhiata al sito ufficiale della rete ferroviaria belga.
  • Io ho speso: biglietto del treno Bruxelles Stazione Nord- Gent A/R 18,40 euro; mentre Bruxelles Stazione Nord- Bruges 15,60 euro. Onestamente il biglietto per Gent dovrebbe costare molto meno, tra l’altro il treno di andata ha fatto milioni di fermate e ci ha messo 1 ora e mezzo, invece che 30 minuti. Non chiedetemi perché.
  • Mi raccomando state attenti agli orari del ritorno! Durante il weekend alcuni orari sono davvero restrittivi (gli ultimi treni da Bruges partivano alle 17.00). Controllate sempre!
  • Una volta arrivati alla stazione di Bruges, potete raggiungere il centro comodamente a piedi ed in pochi minuti. Per raggiungere, invece, il centro di Gent vi consiglio di prendere la tranvia n.1, (prezzo corsa singola: 3 euro).
  • Vi è la possibilità di acquistare le City Cards sia di Bruxelles che di Gent e Bruges. Ovviamente dipende dal tempo in cui decidete di soggiornare, da che cosa volete fare e come decidete di impostare le vostre giornate. Io non ho avuto occasione di acquistarle, ma voi date un’occhiata al sito ufficiale delle Fiandre dove ci sono tutte le informazioni. 
  • Una bottiglia d’acqua generalmente costa 6/7 euro. Una buona occasione per provare le ottime birre belghe, no?

Spero questo primo post dedicato al mio weekend nelle Fiandre vi sia piaciuto, se vi va condividetelo con i vostri amici, magari organizzate insieme un bel viaggio! Questo era il primo post dedicato alle Fiandre, ne seguiranno molti altri. 

Se avete domande o suggerimenti, mi raccomando non esitate a scrivermi! :) 

Spero l’articolo ti sia piaciuto, se ti va condividilo!

Ti aspetto su

You Might Also Like

4 commenti

  1. Bellissime foto è bellissime città! Anche se Bruxelles ancora non l'ho vista. Brava che sei stata al Choco jungle xD è troppp forte!! Bacioni!! :* :*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie! Ho seguito il tuo consiglio :D

      Bruxelles sotto Natale è speciale!

      Un bacione a te

      Elimina
  2. Bruxelles non mi ha lasciato un ricordo particolare, non mi ha fatto impazzire...invece Bruges si! E immagino quanto ancora più magica sia nel periodo natalizio. Gent me la sono persa, mi piacerebbe passarci prima o poi...mi hai fatto venir voglia ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche a me la prima volta Bruxelles non mi fece impazzire, ma vederla sotto le vesti del Natale è davvero un'altra cosa.

      Gent mi ha stupito positivamente e ci tornerei, magari in primavera combinandola con altre cittadine delle Fiandre.

      Felice di averti ispirato un viaggio! :*

      Un abbraccione :)

      Elimina

Grazie della tua visita,

Se vuoi lascia un commento qui sotto:)