Dove mangiare ad Amsterdam: tre posticini sfiziosi low cost.

11:26:00

Mangiare ad Amsterdam. Ecco tre posticini sfiziosi low cost che vi consiglio di provare.

Quando sto per partire per un viaggio mi piace documentarmi e segnarmi due o tre posti dove poter andare a mangiare, nel caso in cui non ne trovi lungo la strada in modo casuale. 

Una sera a Barcellona mi è capitato di camminare per circa un’ora prima che ne trovassi uno, incredibile no? Probabilmente il ruolo cruciale di questa ricerca matta e disperatissima era la zona non proprio centralissima dove mi trovavo. Comunque, per non farmi cogliere dalla fame faccio sempre una mini lista e anche perché, diciamocelo, mi diverte!

Ecco quindi i miei consigli su dove mangiare ad Amsterdam senza spendere un capitale.



Nel mio ultimissimo post vi avevo parlato delle mie impressioni su Amsterdam e tra queste vi dicevo  della loro mania riguardo al cibo salutare-biologico-vegano-organico-a km zero e chi più ne ha più ne metta. 

Partendo dal presupposto che non sono una patita della carne (anche se a una buona carbonara non riuncerei per niente al mondo), sono rimasta stupita piacevolmente dalla quantità di piccoli e colorati bistrot che offrivano saporiti panini, zuppe e dolcetti da leccarsi i baffi! Li consiglio per un pranzo veloce e saporito.


In questo post ve ne consiglio due: uno nel quartiere a luci rosse e uno nel quartiere ebraico. Inoltre, se il classico ristorante olandese proprio non vi attira o la sera lo trovate inspiegabilmente chiuso (la maggior parte delle cucine chiudono alle 22.00!!), vi consiglio anche un supermercato formidabile che mi ha salvato da atti di cannibalismo (dovuti alla fame, si intende…) in luogo pubblico!



IVY & BROS:

Eccentrico, ricercato, delizioso. Questo concept store offre gentilezza e un menù con prodotti freschissimi e gustosi. L’arredamento particolare (etno chic) e la posizione (nel cuore del quartiere a luci rosse) rendono questo bar-bistrot una tappa che consiglio assolutamente.

Complici il canale che si scorge mentre si mangia, l’atmosfera rilassata e uno staff simpatico e giovane.

E il cibo? Ottimo! Ho mangiato il miglior panino dell’estate da Ivy& Bros: pane integrale, prosciutto, avocado, con una maionese wasabi e delle bricioline di bacon. Da leccarsi i baffi!
Ottimo anche nella variante con il salmone.

Il menù non ha una vasta scelta, ma è tutto freschissimo e varia a seconda della stagione.


In Oudezyds Voorburgwal 96°, tra piazza Dam e la Chiesa Ounde.

Vi lascio l’indirizzo della loro pagina facebook.

PIQNIQ:

Entrare da Piqniq è come trascorrere del tempo facendo appunto un…picnic! 

La grande vetrata colorata, i tavoli di legno con tanto di copertina di pile, i fiorellini, le candele e le pareti con immagini di erba e api rendono l’atmosfera molto piacevole e divertente.



È possibile scegliere tre tipi di menù, che variano di prezzo (da 5 a 11 euro), ciascuno permette di scegliere due, tre o quattro piatti a scelta dal menù.
Anche in questo caso, consiglio questo posto per un pranzo veloce e leggero, anche perché alle 17.30 chiude.
I piatti sono per la maggior parte panini e zuppe. Io avevo fatto un’abbondante colazione, perciò mi sono fermata al menù da due pietanze. Squisite !

Perfetto anche per una pausa caffè o una merenda!









P.S Se siete amanti dei gatti, guardatevi intorno perché si aggira un gattone bianco e nero mooolto pigro.

In Lindengracht 59 hs, 1015
Vi lascio l’indirizzo della loro pagina facebook.


SUPERMERCATO ALBERT HEIJN:

Grazie Albert Heijn! Grazie per avermi salvato da serate senza cena! Grazie per rimanere aperto fino alle 22.30 e per avere un sushi freschissimo preparato al momento che mi sarei portata volentieri a casa! E con casa intendo Firenze.
Il supermercato che invade i Paesi Bassi, come avrete già capito, è Albert Heijn To Go, pensato nell’ottica non solo di offrire la normale spesa (quindi prodotti da cucinare), ma anche prodotti “To go”, ovvero da “portar via”.
Scordatevi i panini insipidi che si trovano in Autogrill, da Albert i panini vengono riforniti tutti i giorni, più volte al giorno. 
I prezzi? Onestissimi! (Tramezzino con salmone freschissimo, insalata etc etc: 2.50 euro.).

Ma non solo anche insalate di pollo, insalate di riso, cous cous e molto altro.


Non vi dico quando ho visto la postazione del sushi- preparato al momento: delirio! Buono, buono buono!
È inutile che vi dia l’indirizzo preciso, perché questa catena è sparsa  un po’ ovunque in tutta Amsterdam. Uno molto ben fornito è quello in Museumplein.

Spero di esservi stata utile e di avervi dato spunti utili per la vostra vacanza.

Vi abbraccio e…al prossimo post su “Che cosa vedere ad Amsterdam”. Finalmente, no?!


Potete seguirmi su Facebook, Twitter Instagram.

You Might Also Like

12 commenti

  1. Bel post Carlotta! Validissimi suggerimenti, grazie!! Ho in mente di andare laggiù entro la fine di ottobre =)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mille!! Mi fa piacere ti possano essere utili:)

      Elimina
  2. Ciao Carlotta! Questo articolo casca proprio a pennello, sto organizzando una gita ad Amsterdam per dicembre. grazie=))) p.s io ti seguo anche su facebook! ciao Chiara.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Chiara!
      Sono contenta ti possa essere utile, grazie! :)

      Elimina
  3. Perchè non lo scrivi anche di firenze?

    RispondiElimina
  4. Mi piace questo articolo grazie , di solito si deve cercare e cercare un posto buono ma seguirò i tuoi consigli e poi la dritta sul supermecato è un bel suggerimento. grazie.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao! Quel supermercato è stata una vera salvezza!:) Grazie!

      Elimina
  5. Ricordo addirittura un reparto intero di prodotti veg nel supermercato di cui parli. Da vegetariana, per me l'Olanda è stata un sogno! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. In questo (e in molto altro!) sono davvero più avanti di noi! Ricordo quel supermercato e mi vengono gli occhi a cuoricino!:)

      Elimina

Grazie della tua visita,

Se vuoi lascia un commento qui sotto:)