Il quartiere Gracia di Barcellona: street art, buona cucina e locals

12:02:00

State per visitare Barcellona e avete voglia di un itinerario insolito della città? 

Cercate una Barcellona inedita fuori dai classici percorsi turistici?
Oggi vi porto con me nel quartiere Gracia, un barrio che riesce a trasportare i suoi visitatori in una realtà più intima ed alternativa rispetto al resto di Barcellona. 
C’è chi dice che a Gracia risieda la vera anima di Barcellona, quella dai ritmi lenti, dall’anima creativa e spontanea. 

Scopriamolo insieme!

Non è un segreto che questo quartiere sia tra uno dei miei preferiti, perché  riesce davvero a trasportarmi in un limbo di serenità e curiosità. 
Gracia è un susseguirsi di intricate viuzze dall’anima semplice ma allo stesso tempo sorprendente. Non a caso, è uno dei quartieri più ambiti di Barcellona dove vivere, eletto come una delle zone più vivibili.

Street art, buona cucina e edifici modernisti a Gracia

Dove si trova il quartiere Gracia
Il quartiere si trova a nord dell’Eixample ed un ottimo punto di partenza per visitarlo è dalla fermata della metro Diagonal salendo poi verso Passeig de Gracia e Carrer de Gracia. Una volta su Carrer de Gracia svoltate a destra su Travessera de Gracia ed iniziate il vostro itinerario seguendo le vie così caratteristiche e le tipiche piazze del quartiere, come Placa de la Vila de Gracia

Se mentre state cambiando per questo quartiere avrete la sensazione di essere in paesino a parte, con i suoi ritmi ed abitudini, tutti i torti non li avete. 
Questo distretto, infatti, fino alla fine del 1800 era un paese indipendente da Barcellona. Proprio per questo, si differenzia così tanto dal resto della città.
Oggi le sue strade sono popolate da botteghe artigianali e negozi creativi, da ristoranti etnici e caffetterie, da gallerie d’arte indipendenti e negozi di arredamento e design. 
Un mix perfetto tra tradizione e creatività. 






Le vie principali del quartiere Gracia
Non mancate di percorrere Carrer Verdi con il suo storico cinema ed i suoi bellissimi negozi, Carrer del Torrent de l’Olla con le gallerie d’arte e le botteghe artigianali, Carrer d’Asturies ed i suoi negozi bio, Placa del Sol, Carrer de San Lluìs facendo tappa alla Libreria italiana Le Nuvole, e tutto quel dedalo che si formerà davanti ai vostri occhi. 
Non abbiate paura di perdervi, di osare a svoltare un angolo che non conoscete, Gracia è questo.

Street art a Gracia
Se siete amanti, come me, della Street Art a Gracia trovate pane per i vostri denti. Mentre esplorate il quartiere, non lasciatevi sfuggire neppure un angolo perché qui la street art si nasconde proprio sotto i vostri occhi. 
Dalle saracinesche disegnate che indicano ciò che il negozio vende, a quelle commissionate al bravissimo Axe Colours che riproduce in modo sorprendente i protagonisti delle serie tv dei nostri giorni. 
The Walking Dad, Games of Thrones, Breaking Bad, io ho scovato quasi tutte le sue opere che Axe Colours realizza prevalentemente proprio a Gracia. 




Ma non finisce qui, anche lo street artist italiano Tvboy riproduce le sue opere qui a Gracia. 
È possibile infatti ammirare molti dei suoi lavori che fanno parte del progetto “Modern Icons”: ritratti di celebri personaggi della storia moderna e dello spettacolo rivisitati in chiave ironica.


Gracia è il quartiere che non ti aspetti, animato dalla maggior parte da catalani con le loro famiglie, studenti ed artisti riesce a sorprendere per la vita lenta nelle piazzette che divengono un punto di ritrovo abituale dove trascorrere il tempo o la fine della giornata. 
È perfetto se si sta cercando un locale per mangiare o per bere una birra in compagnia.

Dove mangiare a Gracia
Il quartiere Gracia si distingue per la sua proposta culinaria, tra ristoranti etnici, caffetterie e locali, l’offerta è variegata.

Cafe Camelia: perfetto per una dolce merenda in un ambiente caldo ed accogliente. Vi consiglio una carrot cake accompagnata da un buon cappuccino o uno dei tanti buonissimi smoothies presenti sul menù. In Carrer Verdi, 79.
Chocolateria La Nena: da non perdere se desiderate una tazza di cioccolata fumante e volete fare quattro chiacchiere in un ambiente semplice e colorato. In C/ Ramón y Cajal, 36.

Kibuka: amanti del sushi, questo ristorante fa al caso vostro. 
In un ambiente curato ed allo stesso tempo informale, Kibuka si distingue per la cura dei suoi piatti. Anche a domicilio. In Carrer Verdi, 11.
Ugarit: ristorante siriano con una amplissima offerta che mette in luce tutte le bontà di questa cucina. Prezzi ottimi e porzioni abbondanti. In Carrer Verdi.
Sol Soler: c’è chi lo considera il miglior ristorante di tapas fatte in casa. Dall’ambiente semplice ed informale, si distingue per la varietà culinaria semplice e genuina e per la gentilezza del personale. Io non ci sono mai stata, ma non mancherò di provarlo. In Placa del Sol, 21.

Biopassiò: negozio biologico dedicato interamente al miele, alle spezie ed alla frutta secca. Un paradiso per gli occhi e per il palato.
Vi consiglio il miele con il Ginger, specialmente se siete affetti da mal di gola. In Placa de la Vila de Gracia.


Festa Major de Gracia ad agosto: se ancora non pensate che gracia possa fare al caso vostro, non perdete l’occasione di visitarlo durante una delle Feste cittadine più famose ed attese di Barcellona. La Festa Major de Gracia è un appuntamento fisso che ogni anno inonda il quartiere di colori e buonumore attraverso le decorazioni stupefacenti delle sue strade. 
Non solo decorazioni colorate, ma anche musica, concerti e celebrazioni. Da non perdere!

Il mio tour per questo bellissimo quartiere giunge al termine. Fatemi sapere che cosa ne pensate e se già lo conoscevate. Se passate da Barcellona, Gracia può essere un ottimo quartiere dove cercare una sistemazione.

Vi mando un abbraccio e al prossimo post!
Spero l’articolo ti sia piaciuto, se ti va condividilo!

Ti aspetto su
FACEBOOKTWITTER-INSTAGRAM- SNAPCHAT.

You Might Also Like

0 commenti

Grazie della tua visita,

Se vuoi lascia un commento qui sotto:)