Mangiare a Madrid: consigli per colazione, pranzo, merenda e cena.

17:02:00

Dopo la mia terza visita a Madrid e una bella carrellata di post dedicati a questa elegante città, è giunta l’ora di parlarvi di un argomento che mi sta sempre molto a cuore quando sono in viaggio: MANGIARE.

Dalla colazione alla cena passando per i luoghi più tipici di Madrid ecco i miei consigli (su suggerimento anche di chi ci vive tutto l’anno) su dove mangiare bene a Madrid.


Mercado di Idefonso

COLAZIONE:
In Puerta del Sol c’è una delle pasticcerie-caffè più antiche e buone della città: La Mallorquina.
In un ambiente confusionario, perderete i sensi (o li acquisterete) alla vista delle tantissime specialità proposte in vetrina. Dai classici croissant, al pepito de crema, napolitanes de chocolate, la magdalena, il merliton, biscottini di tutti i tipi e vere e proprie torte: qui troverete sicuramente ciò che vi piace.
Non fatevi spaventare dalla folla, il personale è ben organizzato. E se volete un ambiente più tranquillo, prendete il numerino, aspettate qualche minuto e vi potrete accomodare in poco tempo ai tavolini al piano di sopra.

PRANZO:
Nel cuore del quartiere Chueca, proprio vicino alla omonima fermata della metro, c’è uno dei miei posti preferiti: il Mercado San Anton. 
Non è un semplice mercato: è molto di più.
Al piano terra ci sono gli stand di un vero e proprio mercato alimentare, dove poter fare la spesa. Tra l’altro tutti gli stand sono deliziosi anche esteticamente, rifiniti nei minimi particolari, al punto che anche una sogliola vi sembrerà bellissima.
Al primo piano inizia il bello, questa volta gli stand propongono delle tapas (mini porzioni) di vario prezzo da consumare al momento in piedi o ai tavolini.
Ogni stand ha la sua specialità: ottimo quello dedicato al baccalà e quello al patè d’anatra.
Se le tapas non fanno per voi, al secondo piano c’è un bellissimo ristorante affacciato su una terrazza che domina i tetti madrileni. Sulla stessa terrazza si può fare una bevuta o sorseggiare un drink la sera dopo cena.
Per un pranzo sostanzioso vi consiglio,  al piano terra, lo stand degli hamburger. Potete scegliere il tipo di carne, il contorno ed il pane. Delizioso!




Un altro mercato alimentare storico è il Mercado San Miguel, in Plaza de San Miguel. Ormai è talmente famoso che è entrato di diritto in tutte le pagine delle guide della città. A differenza del Mercado di San Anton, l’ambiente è più confusionario e non ci sono posti a sedere. Ma almeno una visita in questo storico mercato non può mancare nella vostra vacanza.
Ho dedicato al Mercado San Miguel un intero articolo con tante foto che potete leggere cliccando qui.

Grazie alla mia amica Diletta che vive a Madrid, ho scoperto un altro mercato alimentare coperto che non ha niente da invidiare ai primi due citati: il Mercado San Idefonso, in Carre Fuencarral, 57.
A differenza dei primi due non ha i classici stand dove fare la spesa, ma unicamente quelli per mangiare sul posto.
La cucina è espressa e le specialità sono tantissime: dalle crocchette al baccalà, alla classica tortilla spagnola al prosciutto iberico da leccarsi i baffi.
Potete mangiare o al piano terra di fronte agli stand, oppure al primo piano.
Se fumate, c’è anche uno spazio molto gradevole all’esterno.
L’ambiente qui è giovane e “glamour”, sicuramente troverete qualche specialità di vostro gradimento.




MERENDA:
Per ricaricare le pile, magari in un bel pomeriggio invernale, non c’è niente di meglio che fermarsi a bere una bella cioccolata calda accompagnata dai dolcissimi churros alla Chocolateria San Gines.
Sempre affollata, questa storica cioccolateria è un caposaldo della città.
Se trovate tante persone in coda prima di voi non demordete, prima o poi il personale vi accomoderà in uno dei tanti piccoli e stretti tavolini.
Che cosa sono i churros? Sono dei “leggerissimi” dolci fritti tipici spagnoli.
La tradizione vuole che si imbevano nella cioccolata calda e si faccia incetta di…calorie!
Vi consiglio di prenderne uno in due, perché alla lunga (almeno a me) “stuccano”.
La Chocolateria San Gines si trova a metà strada tra Plaza Mayor e Puerta del Sol, in Pasadizo San Ginès, 5.




CENA:
Se non avessi avuto la mia amica che vive a Madrid a farmi da Cicerone, forse non avrei mai scoperto la Platea. Un luogo surreale, elegante e un po’ retrò in Calle de Goya 5.
Si tratta di un ex cinema convertito a ristorante/ tapas bar di ben 6000 metri quadrati.
L’ambiente si sviluppa su due piani: al piano inferiore ci sono i tavoli dove accomodarsi, mentre al piano superiore gli stand dove scegliere i piatti (il servizio è self service). Ma ciò che più colpisce è l’enorme palco che domina l’intera sala.
Vengono infatti organizzate serate di vero intrattenimento, con spettacoli e concerti dal vivo.
Per quanto riguarda il mangiare, la scelta è molto ampia: ci sono stand di tapas spagnole, ma anche sushi, tacos e specialità peruviane. Vi è poi lo stand del prosciutto iberico, del pesce e quello delizioso di pasticceria (prendete il dolcino al caramello: STREPITOSO).
I prezzi sono leggermente più alti rispetto alle proposte che vi ho suggerito fin qui, ma la qualità è altissima.

Un altro ristorantino adatto sia a pranzo che a cena è Lateral.
Si tratta di una catena spagnola basata su una cucina moderna e a portata di portafoglio.
L’ambiente è molto carino ed è frequentato soprattutto da giovani.
A Madrid ci sono ben sei ristoranti “Lateral”, uno dei quali è nella caratteristica Plaza Sant Ana (nel quartiere dei musei).
Ho provato questo posticino sia a pranzo che a cena.
Se siete in coppia o in gruppo vi consiglio la loro proposta di tapas miste.
Sono davvero eccezionali. Il piatto è composto da circa otto tapas diverse dal solito e ricercate. Io vi consiglio anche le crocchette di baccalà  e la quesadilla con pollo, pico de gallo ed emmenthal.
Oltre al Lateral in Plaza Sant Ana, lo trovate in Calle de Velasquez 57, in Arturo Soria 126, Paseo de La Castellana 42 e 89 e in Calle Fuencarral.


CONSIGLIO: ricordatevi che rispetto all’Italia l’orario sia di pranzo che di cena è ben più tardo rispetto al nostro. Uno spagnolo solitamente si siede a tavola intorno alle 14.00 e cena verso le 21.30 se non più tardi. Non stupitevi, dunque, se non troverete locali vicino a voi se manterrete i vostri orari italiani.

Spero che questo post possa esservi di aiuto. Se avete domande o suggerimenti mi trovate anche su
Fatemi sapere se andate a Madrid se provate uno di questi posticini.

You Might Also Like

1 commenti

  1. Sono stata la settimana scorsa a Madrid e condivido quello che hai scritto!naturalmente non sono solo quelli..a me è piaciuto moltissimo Refra in Calle de Santiago 4!un bacione e buon lavoro! :)

    RispondiElimina

Grazie della tua visita,

Se vuoi lascia un commento qui sotto:)